Centrodestra, lavoriamo ad un soggetto aperto anche a Forza Italia

  Palermo, 21 mar. (AdnKronos) – “Noi stiamo lavorando a un nuovo soggetto politico moderato, aperto anche a Forza Italia. La nostra posizione è chiara, quando parliamo di Fi, parliamo di moderati. E sarebbe un bel segnale politico se Berlusconi confluisse in questo soggetto”. Lo annuncia all’Adnkronos Giuseppe Castiglione, sottosegretario del Governo Renzi, esponente di punta del Nuovo centrodestra, tornando a parlare dell’area di moderati auspicata, nei giorni scorsi da Palermo dall’ex premier Silvio Berlusconi. “Sarebbe davvero bello se anche Berlusconi partecipasse alla costruzione di questo nuovo soggetto politico, noi andremo avanti – dice ancora Castiglione – Tutti quanti ci dicono che abbiamo avviato un percorso giusto”. E come si spiega l’attuale appoggio al Governo Renzi? “La nostra esperienza è legata a questo governo e basta – replica secco Castiglione – L’idea è di un grande Partito popolare italiano, con Fi, Ncd, Udc, l’auspicio, lo ribadisco, è di un grane soggetto politico moderato”.
      “Il dibattito interno è molto sereno e molto analitico – dice ancora il sottosegretario – perché stiamo valutando sul piano nazionale tutti gli eventi e molte delle cose che avevamo detto sul centrodestra si sono verificate. Parlo, ad esempio, della crisi del centrodestra, cioè quel centrodestra come lo avevamo conosciuto non c’è più. Salvini e Meloni si spostano sempre più a destra. Per quanto riguarda la Sinistra, se pensiamo al risultato del Pd alle Europee e poi pensiamo alle scene a cui assistiamo ogni giorno in parlamento, emerge che la vera opposizione è la Sinistra interna al Pd”. Per Castiglione “oggi non mi pare ci sia opposizione se non quella interna al Pd”. (segue) “Noi ci siamo fatti carico in un momento storico di scegliere tra Forza Italia e l’Italia – prosegue Castiglione – ci siamo fatti carico di dare vita a un governo e a un programma. Penso, ad esempio, alle unioni civili, alla Semplificazione fiscale, sono tutti atti che hanno una nostra impronta nell’attività di governo. Oggi tiriamo le somme e diciamo che abbiamo fatto bene a partecipare a questa esperienza di governo”. Castiglione commenta poi le parole del premier Matteo Renzi che ieri ai Giovani Democratici ha ribadito di governare con Ncd e con i voti di Verdini perché “nel 2013 abbiamo perso le elezioni”. “C’è la piena consapevolezza – ribadisce Castiglione . Anche noi possiamo dirlo, se avessimo vinto no certamente non governeremmo con il Pd, e ancora di più avremmo accelerato su alcune questioni. Abbiamo fatto un patto i governo, certo non siamo un partito di Sinistra né siamo la destra populista. C’è un’area dei moderati, dei responsabili, che oggi ha bisogno di essere rappresentata sul piano politico, lavoreremo con forte ancoraggio al Ppe”.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *