Lavoriamo ad una casa dei moderati

  
CENTRODESTRA: CASTIGLIONE, LAVORIAMO A CASA DEI MODERATI, FELICI SE FI ADERISCE
Palermo, 18 mar. (AdnKronos) – “Il nostro progetto politico è chiaro da tempo: costruire una grande area popolare, che sia la casa dei moderati. Se Forza Italia e il presidente Berlusconi decidessero di aderire alla nostra iniziativa politica non potremmo che esserne felici”. Così il sottosegretario all’Agricoltura e co-coordinatore di Ncd in Sicilia, Giuseppe Castiglione, commenta con l’AdnKronos l’apertura del presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, che propone in Sicilia di riunire i moderati di centrodestra, a cominciare proprio da Ncd, seguendo il ‘modello Milano’. “Diciamo da tempo che il centrodestra e il centrosinistra, come siamo stati abituati a concepirli in passato, non esistono più – aggiunge -. Oggi c’è un’area della destra estrema dove stanno Meloni e Salvini con un progetto anti europeo e contrario alla cultura dell’accoglienza e poi c’è Grillo che dà voce all’antipolitica”. Manca, invece, “un nuovo soggetto, a cui stiamo lavorando”, che metta insieme “i moderati e i popolari per dare rappresentanza alla maggior parte degli italiani e dei siciliani”. Ma proprio nell’Isola Ncd si è avvicinato al Governo Crocetta, targato Pd. “Due anni fa abbiamo preso una decisione dolorosa, abbiamo scelto l’Italia e i risultati ci hanno dato ragione – dice ancora il sottosegretario -. Allo stesso modo in Sicilia, davanti a una grande crisi economica, alle tante emergenze in campo dalla riforma delle ex province alla gestione dei servizi pubblici e all’occupazione – conclude Castiglione – abbiamo scelto di non stare al Governo, ma di dare il nostro contributo per mettere in campo riforme e soluzioni. Abbiamo adottato una linea di coerenza sia a livello nazionale che a livello regionale”.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *